Resoconto Val di Susa

  • 0

Resoconto Val di Susa

Tags : 

“Civiltà Ramane Ocelum 2011/2012 Val di Susa” (13-20 ott. 2011)

Tutto parte da una leggenda, una misteriosa città dal nome Rama abitata da una popolazione Druidica in grado di fare cose straordinarie , leggo di strani ritrovamenti e strane strutture naturali, tutto questo mi incuriosisce, cerco informazioni e non trovo nulla, l’unica fonte è un blog di un ragazzo che ho tra i contatti di Facebook.. lo contatto e da questo istante tutto è rapidissimo, lo ascolto mi incuriosisco e qualche cosa mi dice di dover per forza approfondire. L’indomani incomincio a ragionare e penso e incomincio a preparare tutti i dettagli per un primo sopralluogo.

Era l’inizio di una settimana qualunque, gestisco i primi giorni per mettere appunto la logistica, contatto il mio punto di riferimento che mi farà da guida, contatto un amico che mi accompagnerà nel viaggio e la domenica alle 5:20 AM partiamo per il primo sopralluogo…

Per farla in breve .. durante tutta la giornata girai per boschi e vidi cose che a prima vista sembravano una via di mezzo tra opere della natura e dell’uomo antico, capii che effettivamente tutte le cose che mi erano state dette e descritte precedentemente c’erano .. soddisfatto della giornata, torno a casa stanco ma pervaso da una sensazione particolare, sento dentro di me che quella zona ha avuto nel suo passato una forte attrazione mistica/religiosa e incomincio subito ad organizzare un secondo sopralluogo che mi occuperà parte della settimana successiva. In questa nuova fase però decido d’essere accompagnato da esperti in diversi campi: un geologo (Erik Schievenin) un archeologo (Ivan Tepui Minella) e un fisico (Diego Marin) tutti e tre componenti dell’associazione Pangea, voglio assolutamente una valutazione logica e scientifica.. li contattai e tutti con mia grande felicità accettarono.

Tutto è pronto per la domenica della stessa settimana, i ragazzi erano li già da sabato sera, invece io arrivo la domenica mattina. Parto alla stessa ora della settimana precedente e raggiungo i ragazzi alle 7:40 nel loro B&B. Dopo i saluti incominciamo subito a lavorare, discutiamo sulle informazioni in nostro possesso, su come procedere durante l’esplorazione e come registrare i dati che acquisiremo.. nel frattempo passa circa un’ora ed era giunto il momento di saltare in macchina verso quello che che ho classificato sito A. Qui incontriamo il nostro primo contatto e insieme a lui accompagnerò i ragazzi a vedere 3 punti interessanti, un enorme volto lavorato nella roccia, una particolare incisione che poi si rivelerà naturale e in fine verso una fonte d’acqua leggermente più calda del normale.. qui i ragazzi incominceranno a fare le loro valutazioni e con mia felicità a vedere cose interessanti..

come ad esempio un sentiero antico molto curato … la teoria che mi ero fatto su questo sito era proprio di una zona di passaggio forse con un impronta religiosa di qualche culto. Dopo aver valutato tutto il possibile ci spostetremo nel sito classificato B. Questo sito l’avevo esplorato velocemente la settimana precedente causa mancanza di tempo avevo preferito approfondire di più il sito A … Qui incontreremo un’altro ragazzo più esperto di questa particolare zona, . Discutiamo tutti insieme esponiamo le nostre idee e partiamo .. La zona e le cose che vedremo si riveleranno di grande importanza, tutto il team lavora per raccogliere il maggior numero di dati, più esploriamo più incontriamo cose inconsuete, strane strutture, strani muri, strane incisioni.. percorriamo un crinale ricco di segni del passaggio umano fino ad arrivare alla vetta della collina, dove troveremo una pietra incisisa .. arrivati in questo punto scenderemo lungo un altro versante e incontremo, prima le fondamenta di un intricato muro che in alcuni punti misura più di 2 m di larghezza, poi approderemo su di un sito sicuramente sacro, con la forte presenza del passaggio storico di diversi popoli e culti..

La giornata si concluderà, con diverse teorie e molti dati raccolti che ora sono in fase di studio. Una giornata ricca di emozioni e carica di adrenalina, perché in questi luoghi sono passati nella storia popoli misteriosi e noi per primi abbiamo potuto percepire sensazioni uniche osservando in ESCLUSIVA il loro villaggi e i loro luoghi sacri, i primi dopo chi sa quanti anni.

Realizzeremo altre esplorazioni mirate nei siti citati e in altre zone di alto interesse per i nostri studi. Stiamo studiano i dati raccolti e stiamo preparando delle relazioni dettagliate, online ora solo in versione ridotta, questo per tutelare i siti oggi ancora sacri, chi fosse interessato potrà contattarci privatamente e insieme valuteremo una collaborazione di scambio dati.



© 2011 – 2012, Geographical Research Association. All rights reserved.


"Chi solo sa cosa osservare sa solo cosa vedere per capire"