Expedition Congo 2013

  • 0

Expedition Congo 2013

Tags : 

Schermata 02-2456349 alle 16.05.09

Cartina antica Congo

BUSTO ARSIZIO – Geographical Research Association oltrepassa il confine nazionale e avvia una collaborazione con il “Continente Nero”, per portare alla luce zone inesplorate e, allo stesso tempo, sostenere i più bisognosi.

L’associazione “made in Busto Arsizio” ha infatti appena ufficializzato un importante progetto esplorativo e umanitario che la vedrà in prima linea nella Repubblica Democratica del Congodal 2 maggio al 31 luglio del 2013.
Via Linate, il presidente Michael Bolognini approderà nella capitale Kinshasa, insieme alproject manager Constant Nzimbala.
La parte umanitaria – sostenuta dalla nascente “Geographical Research For Life” – consisterà nel consegnare abbigliamento e materiale scolastico raccolto dall’associazione “Cultura Idea” di Pistoia del presidente Riccardo Fagioli, alla scuola da loro costruita e finanziata in Congo. Inoltre, saranno realizzate diverse attività con i ragazzi, sia in ambito culturale che sportivo.
Per quanto riguarda la fase esplorativa, il project manager coordinerà la realizzazione di undatabase geologico per una zona ancora inesplorata compresa (in parte) tra le cittadelle di Nsioni, Lukula e Tshela che verranno utilizzate come basi logistiche.
“Verificheremo la presenza di nuovi giacimenti, raccoglieremo i primi dati e realizzeremo la prima bozza di una cartina geologica – spiega Bolognini – Così potremo sviluppare un controllo della zona che diverrà utile per controllare quegli enti che possono investire correttamente nello sviluppo della regione”.

Ma non solo, in progetto c’è anche lo sviluppo di una rete collaborativa per il futuro: “Vorremmo apportare delle innovazioni per migliorare la vita in quella zona, come ad esempio larealizzazione di una rete di comunicazioni radio”.
Tra gli altri incontri, inoltre, Gra – che ha appena realizzato un “Protocollo d’Intesa” con il Club “Re Italo” di Reggio Calabria – stringerà accordi con un’altra associazione dell’Unesco, la “Abit”.
Il tutto, ovviamente, sarà documentato con dei reportage quotidiani che verranno pubblicati sulla pagina ufficiale di Facebook (Geographical Research Association) e sul sito internetwww.geographicalresearch.com dove già si pensa ad una eventuale diretta dei momenti salienti.
Ma come nasce questa importante collaborazione? “Io e Constant ci siamo conosciuti grazie ad un amico comune, Lino, un Padre Comboniano; lo stesso vale per l’associazione di Pistoia – svela Michael – credo sia stato lui ad avermi fatto desiderare l’Africa”.

© 2013, Valentina Colombo. All rights reserved.


"Chi solo sa cosa osservare sa solo cosa vedere per capire"