Category Archives: Comunicati

  • 0

Da Mistero Adventure di Italia1 allo Slow Travel Fest 2016

Tags : 

slow-travel-festBusto Arsizio (VA) – Scoprire e valorizzare le ricchezze nascoste nella natura, tra storia e avventura, lo permette Michael Bolognini con Slow Trekking in Movimento.

Sono grandi passi avanti quelli compiuti da Michael (presidente di Geographical Research Association) dopo aver accompagnato in vere e proprie avventure circa 500 Baby Esploratori dai 5 ai 16 anni tra Luglio e Agosto e condotto Daniele Bossari con le telecamere di Mistero Adventure alla scoperta dei luoghi nascosti della grande guerra in provincia di Varese.

Questo fine settimana l’Indy di Busto Arsizio, così soprannominato dalla Città, in veste di esperto, sarà ospite a Monteriggioni (Siena), dal 23 al 25 settembre allo Slow Travel Fest, il più importante evento Nazionale dedicato alla cultura del viaggio lento. Tre giorni tra incontri, escursioni, arte, musica e natura.

Michael condividerà i suoi segreti appresi durante le sue spedizione nelle terre remote, tenendo dei laboratori itineranti sull’arte di preparare lo zaino, orientarsi, costruire una bussola, accendere un fuoco, e ovviamente rispettare il territorio.

“Sarà vera avventura fino a quando saremo in grado di lasciare almeno due passi avanti la nostra curiosità rispetto alle nostre paure.” Michael Bolognini

 


  • 0

Slow Trekking in Movimento, primo appuntamento per il 2016

Tags : 

Camminata notturna lungo l’itinerario del vecchio mulino di Bellinzago

Slow Logo WatermarkBELLINZAGO NOVARESE (NO) – È tempo di rimettersi in cammino per Slow Trekking in Movimento con una novità per la prima uscita del 2016. Tutti gli amanti dell’esplorazione a passo lento avranno la possibilità di scoprire il mulino vecchio di Bellinzago Novarese in una veste esclusiva, quella notturna. Sarà infatti l’atmosfera serale a far da cornice ad uno dei mulini ad acqua della valle del Ticino. L’appuntamento è per sabato 13 febbraio con partenza alle venti e trenta dal parcheggio di via Alzaia Naviglio Grande (Lonate Pozzolo).

Ad accompagnare gli aspiranti esploratori – dai 6 anni in su – nell’avventuroso percorso sarà Michael Bolognini, presidente di Geographical Research Association. Pochi gli accorgimenti per partecipare nel migliore dei modi al percorso (6 km per tre ore di camminata): indossare una giacca pensante e un pile caldo, pantaloni lunghi, scarponcini da montagna, una torcia in tasca e macchina fotografica al collo. Si avrà anche la possibilità di alzare gli occhi al cielo e di osservare un allineamento di 5 pianeti, tipico di questo periodo, da Giove a Mercurio.

Il percorso permetterà di conoscere da vicino l’unico mulino funzionante e ancora in buono stato di conservazione della valle del Ticino. Con il contributo della Regione Piemonte, il Mulino è diventato un Centro regionale di Educazione Ambientale dove si svolgono diverse iniziative culturali e didattiche. Il Centro è infatti composto da locali destinati all’esposizione di cartografie e documentazione storica, oggetti legati all’attività agricola e dalla sala delle macine dove sono conservati gli impianti e i macchinari del Mulino. L’attrezzatura per la macinazione delle granaglie è tuttora funzionante e in buono stato di conservazione: è possibile con l’acqua della Roggia Molinara azionare la ruota che attraverso una serie di ingranaggi trasmette il movimento alle grandi macine di pietra che producono la farina. La struttura didattica è completata da un percorso guidato che offre la possibilità di osservare gli ambienti naturali più tipici del Parco.

Per informazioni: www.geographicalreserach.academy



  • 0

A Golasecca istruttori si diventa

Tags : 

Copy - Geographical Research Association - Slow Trelkking

È tempo di entrare nella fase pratica per il corso organizzato dal presidente di Geographical Research Association, Michael Bolognini, a Golasecca, grazie al sostegno dell’Amministrazione comunale e della consigliera di maggioranza Anna Franchini. I 7 golasecchesi, guidati dal loro avventuriero maestro con lo scopo di divenire – a tutti gli effetti – istruttore ludico-sportivo di base, si apprestano ora a concretizzare sul campo quanto appreso nelle scorse settimane.

In programma, il giovane gruppo si impegna ad organizzare attività mirate alla valorizzazione e la scoperta del Monsorino, il sentiero tra i comuni di Golasecca e Sesto Calende, immerso all’interno di un’importante area archeologica, che ha permesso di studiare nel corso degli anni passati le popolazioni della cultura di Golasecca.

Insomma, dopo aver appreso – con simulazioni e difficoltà crescenti – come organizzare attività per gruppi di bambini, adolescenti e adulti, i sette aspiranti istruttori si rimboccheranno le maniche, innanzitutto, per la pulizia del Monsorino. Poi, metteranno in pratica le competenze apprese per realizzare una gita naturalistica, una storico-avventurosa e un’uscita completa con entrambi gli aspetti.

A termine del corso, i ragazzi avranno così la possibilità di divenire istruttori ludico-sportivi e grazie anche a Geographical Research, organizzare attività nella propria zona.


Corso istruttori ludico sportivi GRA


"Chi solo sa cosa osservare sa solo cosa vedere per capire"